Pietre

Siamo là dove nasce e si estrae la materia prima

Selezioniamo direttamente nei luoghi di origine le più belle pietre naturali grezze e le lavoriamo nelle nostre taglierie, in Italia e nel sud-est asiatico. I nostri volumi sono tali da garantire ottime condizioni di acquisto ed un approvvigionamento continuativo. Per questo motivo siamo oggi i fornitori dei più importanti nomi della gioielleria italiana ed internazionale. L’individuazione nel mondo delle materie prime è rigorosissima e ci permette di offrire alla nostra clientela una straordinaria gamma di pietre naturali e sintetiche con taglio personalizzato: corindoni, spinelli, berilli, tormaline, granati, quarzi, zirconia cubica, quarzo idrotermale e pietre dure di ogni tipo.

Plasmiamo la materia per realizzare i desideri dei nostri clienti

Siamo presenti con le nostre taglierie nei luoghi del mondo a maggior vocazione manifatturiera. In Estremo Oriente tramite relazioni consolidate con realtà produttive di grande professionalità, in Italia con una taglieria altamente specializzata. Grazie alla competenza e professionalità dei maestri tagliatori che lavorano in ciascuna taglieria, siamo in grado di garantire ai nostri clienti un ampio ventaglio di servizi: dalla produzione su larga scala a produzioni esclusive di pezzi unici, fino alla realizzazione di campionature in tempi rapidissimi e nei materiali più variegati e preziosi

Pietre Naturali

Rappresentano oggi il nostro fiore all’occhiello, dal reperimento dei grezzi al taglio. Siamo in grado di offrire ai nostri clienti un’ampia varietà di materiali, che tagliamo e combiniamo secondo le loro indicazioni. Siamo sempre alla ricerca di nuovi materiali per continuare a spingere verso l’innovazione senza ignorare la potenza della tradizione. Affianchiamo i centri stile delle aziende che serviamo, mettendo a disposizione dei designer il nostro know-how sui materiali e le tendenze e cerchiamo di scoprire sempre nuove finiture. Negli ultimi anni abbiamo promosso e valorizzato l’utilizzo delle doppiette, combinazioni di pietre che permettono di valorizzare i materiali e di introdurre nuove colorazioni, grazie ad accostamenti spesso, anche, audaci.

Pietre Sintetiche

Dall’avvento, durante il secolo scorso, di metodi più accurati per lo studio delle proprietà dei minerali e cristalli usati per scopi ornamentali, sono stati compiuti tentativi di produrne artificialmente copie esatte. Le gemme sintetiche, per essere considerate tali, devono avere la stessa composizione chimica delle gemme naturali della stessa specie. Inoltre per avere importanza commerciale, devono essere ottenute in cristalli sufficientemente grandi da essere tagliabili ed essere più economiche dei materiali naturali. I metodi usati per la sintesi e l’accrescimento dei cristalli sono numerosi, dai metodi basati sull’impiego simultaneo di alte temperatura e alte pressioni, all’accrescimento da un materiale fuso avente composizione uguale a quella del cristallo desiderato, alla cristallizzazione da una soluzione che può essere acquosa, come nel metodo idrotermale utilizzata per la creazione del quarzo sintetico.

Pietre di Imitazione o Artificiali

L’imitazione di oggetti preziosi ottenuta con sostanze di valore molto minore risale alla preistoria, questi materiali sono da sempre usati per realizzare grani, pendenti e anelli, per la creazione di monili di uso quotidiano. Con l’espressione “pietre imitazione” si tende a identificare tutte quelle pietre artificiali che non imitano alcuna gemma esistente. Per lo più oggi, le pietre imitazione che vengono impiegate nel settore della gioielleria e della bigiotteria sono i vetri e le materie plastiche. Ultimamente viene anche impiegato un vetro speciale chiamato commercialmente fibra ottica che imita il gatteggio naturale di alcune pietre. La gamma di colori disponibili e imitazioni delle pietre naturali è ampissima. Grazie ai prezzi molto concorrenziali questi materiali stanno spopolando nel settore orafo grazie al ruolo sempre più importante che innovazione e creatività stanno giocando nelle ultime tendenze, a differenza del passato in cui la tradizione definiva deterministicamente le caratteristiche e il, conseguente, valore degli oggetti che potevano essere considerati gioielli.